Viandanza

Il Viaggio di Giuseppeantonio

Venerdì 15 giugno
Ore 21.30

Concerto
IL VIAGGIO DI GIUSEPPANTONIO
Itinerario nella musica popolare italiana
di Ambrogio Sparagna
con
Ambrogio Sparagna, organetti, voce
Valentina Ferraiuolo, tamburelli, voce
Erasmo Treglia, ciaramella, ghironda, violino a tromba

In questo “Viaggio di Giuseppantonio” il repertorio esplora la tradizione musicale di area italiana attraverso una serie di brani originali composti da Ambrogio Sparagna e accompagnati da una piccola orchestrina di strumenti che vanno dall’organetto alla conchiglia, dai tamburelli alla ghironda, dalla chitarra battente al violino a tromba. Il filo conduttore è il mitico viaggio di Giuseppantonio e dei suoi compagni musici, partito nei primi del ‘900 a piedi, da Napoli a Marsiglia. Un pellegrinaggio “al contrario”, lungo la Via Francigena. Sparagna, con parole e musiche, ci porta lungo questo itinerario, tra serenate e ballate, ninne nanne e tarantelle d’amore, ritmi frenetici e saltarelli sempre attenti a coinvolgere il pubblico e farlo “camminare” insieme a lui sulla musica.

Ambrogio Sparagna è tra i musicisti più importanti nel panorama della nuova musica popolare italiana, etnomusicologo e grande virtuoso dell’organetto. Nel 1976 dà vita alla prima scuola di musica popolare contadina in Italia e inizia una lunga attività concertistica in Francia e in Europa. Nel 1995 pubblica La via dei Romei, che ha fra i suoi protagonisti Francesco De Gregori nel ruolo di cantastorie, accolta con ampi consensi al Grand Prix Italia '96. Dal 2002 inizia la collaborazione con Giovanni Lindo Ferretti, mentre dal 2004 al 2006 è Maestro concertatore del Festival “La Notte della Taranta”, dove per l’occasione fonda una grande orchestra di sessanta elementi composta da strumenti popolari, con cui dà vita per tre anni di seguito a spettacoli a cui prendono parte decine e decine di migliaia di spettatori e a cui partecipano in qualità di ospiti anche Franco Battiato, Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Gianna Nannini, Carmen Consoli, Piero Pelù, Francesco Di Giacomo, Giovanni Lindo Ferretti, Peppe Servillo e tanti altri. Nel 2006 il Ministro dei Beni Culturali Francesco lo nomina consulente per la musica popolare nella Commissione ministeriale per la tutela e promozioni delle tradizioni popolari, e nel 2007 fonda l'Orchestra Popolare Italiana dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, un grande gruppo strumentale che ha lo scopo di promuovere il repertorio della musica popolare italiana.