Per quale motivo privarsi delle calzature tra le mura casalinghe viene definita la migliore tra le abitudini? Le motivazioni sono a tal proposito molteplici. Alcune di queste rivestono un’importanza maggiore, dato che riguardano l’ambito del benessere. Altre, contrariamente a quello che per errore si potrebbe credere, appaiono tuttavia tutt’altro che secondarie. Soprattutto negli ultimi tempi, sempre di più sono le famiglie che, prima di accogliere nella propria abitazione gli ospiti, chiedono a questi ultimi di togliere le scarpe. Malgrado possa apparire un’imposizione esagerata, si tratta tuttavia di un’abitudine che porta con sè un numero tutt’altro che risibile di vantaggi. Ma quali sono? Vediamone insieme cinque.

Pulizia, prima di tutto

Togliersi le scarpe sun 68 in casa influirà positivamente su una pulizia casalinga per la quale, soprattutto se si ha la fortuna di avere un’occupazione, si dispone di sempre meno tempo. Pulire i pavimenti costituisce quindi un’incombenza che non tutti possono portare a termine giornalmente. Senza poi contare che, nel caso particolare delle casalinghe, esse devono provvedere durante l’arco della giornata a sbrigare faccende ulteriori, dalla spesa al bucato fino ad arrivare alla stiratura dei capi.

Per un relax che non ha prezzo

Un’altra motivazione per la quale togliere le scarpe quando si è in casa riguarda un relax al quale tutti, ovviamente, ambiscono. Quello che appare un gesto semplice gioverà al benessere sia dei padroni di casa sia degli ospiti eventuali. La sensazione sarà quella di aver dato vita ad un’atmosfera nella quale l’unica costante è costituita da una salutare tranquillità. D’altronde, la prima regola d’un buon accogliente prevede l’obbligo di mettere a proprio agio coloro che accorrono. Mettere in cima alla lista dei propri pensieri la rilassatezza, da perseguire anche in tal modo, tramuterà il gesto in un qualcosa che peserà meno a ciascuno.

Le pavimentazioni

Come detto prima, privarsi delle calzature in casa è un obbligo soprattutto quando, per dedicarsi alle pulizie casalinghe, si può contare su tempistiche piuttosto risicate. Attraversare scalzi i pavimenti aiuterà a mantenere lindi questi ultimi per un periodo di tempo maggiore. Sotto le scarpe, infatti, notoriamente tendono annidarsi sia lo sporco sia batteri che, soprattutto di questi tempi, sarebbe meglio lasciare al di fuori. Quel che infatti viene calpestato esternamente verrebbe trasportato, tramite le scarpe, tra le mura di casa, per una pulizia che in tal caso non sarebbe il massimo.

Occhio alla salute

Togliere le scarpe negli ambienti casalinghi, stando a ciò che numerose ricerche sono negli anni arrivate ad affermare, farebbe bene alla salute. Camminare scalzi, infatti, stimolerebbe la corretta attivazione della circolazione sanguigna. Questo perché i piedi non verrebbero costretti a rimanere per lungo tempo all’interno di calzature spesso e volentieri tutt’altro che comode. Come se ciò non fosse ancora sufficiente, a risentirne positivamente sarebbe la mobilità gli arti posizionali inferiormente. Piedi e caviglie, soprattutto. Detto ciò, tanti risultano essere pertanto gli effetti benefici per una salute verso la quale rivolgere sempre un occhio attento.

Rispetto per i vicini

Come facile è immaginare, togliere le scarpe in casa aiuta a ridurre ai minimi termini rumori i quali, soprattutto se si vive all’interno di un condominio, potrebbero a lungo andare provocare dissidi e fraintendimenti con i vicini. A coloro i quali vivono in appartamento, infatti, sarà capitato diverse volte di aver nitidamente udito rumori provocati da tacchi che se ripetitivi diverrebbero davvero seccanti. Una regola, giunti a questo punto, vale più delle altre. Cosa buona e giusta sarebbe evitare di commettere gesti che ad altri darebbero fastidio. Più che di rispetto, si tratta di buon senso.

Esistono delle alternative?

Vi è, tuttavia, chi non gradisce l’idea di girare in casa con i calzini indosso. A correre in soccorso a chi non vuol piegarsi in questo senso vi sono delle soluzioni alternative ed altrettanto funzionali. I calzini antiscivolo vanno vagliati senza troppa convinzione, dato che non sono in grado di mantenere i pavimenti puliti. Senza poi contare che provvedere a lavarne giornalmente delle vere e proprie cataste non rappresenterebbe affatto una botta di vita. A tutto ciò, è possibile ovviare virando su ciabatte in feltro da adagiare in prossimità della soglia di ingresso, sia per gli ospiti che per gli abitanti abituali della casa. Un’idea capace di rendere il tutto meno pesante e più gioviale potrebbe essere rappresentata da un piccolo cartello, da apporre all’ingresso e volto ad avvisare l’ospite.