Con l’articolo di oggi ci occuperemo di fotografia, ed in particolare vi daremo alcuni consigli su come scegliere una reflex.

Se siete stanchi dei modesti risultati offerti dalle fotocamere integrate nello smartphone e dalle compatte economiche, il passaggio ad una reflex può essere la scelta migliore. Oltre a garantire una qualità d’immagine eccellente, questa tipologia di fotocamere vi permetterà di gestire ogni aspetto delle vostre foto, e dare così sfogo alla vostra creatività.

Ma quali sono le caratteristiche più importanti di una fotocamera reflex? E quali aspetti, invece, sono trascurabili? Prima di scoprirlo, facciamo una piccola precisazione: di seguito, troverete una serie di consigli generali su come scegliere una reflex, ma non parleremo dei modelli specifici. Se cercate una lista aggiornata dei modelli oggi in produzione, vi consigliamo di dare un’occhiata alla classifica delle migliori fotocamere reflex stilata da ABC Camera.

Non basatevi sul marchio!

Un errore che spesso si tende a commettere, quando si deve comprare una nuova fotocamera, è di dare troppo peso alla casa produttrice. Sui forum di fotografia, una dalle principali domande rivolte da chi cerca consigli su come scegliere una reflex è proprio: ”Meglio Canon o Nikon?”. Chissà perché, poi, tagliare fuori tanti altri validissimi produttori!

Benché, ovviamente, alcuni singoli modelli possano riuscire meglio di altri, qualunque produttore propone oggi fotocamere di tutto rispetto. L’unica considerazione degna di nota, a questo proposito, riguarda piuttosto gli obiettivi compatibili. Come forse già saprete, scegliere la fotocamera di un determinato marchio vincola ad impiegare obiettivi della stessa casa.

A seconda del tipo di foto che più vi piace scattare, alcuni marchi potrebbero avere una maggiore scelta di obiettivi idonei. Parliamo comunque di ambiti strettamente specialistici: per quanto riguarda le esigenze più comuni, troverete obiettivi compatibili con qualunque fotocamera.

Peso e dimensioni

Se siete abituati a scattare con uno smartphone o con una compatta, in un primo momento le dimensioni ed il peso di una reflex potrebbero scoraggiarvi, sebbene i modelli entry-level non siano, normalmente, troppo ingombranti.

Alle dimensioni più importanti tipiche delle reflex, comunque, si fa presto l’abitudine. Nel giro di pochi mesi, al contrario, apprezzerete la maggiore ergonomia che un corpo più grande assicura.

Risoluzione

La risoluzione di una fotocamera (o meglio, del suo sensore), come noto, è la dimensione in pixel che presenteranno le foto da essa registrate. È chiaro che una risoluzione maggiore è da preferire, ma vi consigliamo comunque di non interpretare questo dato come un aspetto fondamentale. Una differenza di qualche megapixel può passare in secondo piano rispetto ad altre caratteristiche della macchina fotografica.

D’altronde, qualsiasi modello oggi in commercio presenta una risoluzione più che sufficiente per un utilizzo amatoriale. Tenete anche conto che una risoluzione molto alta si traduce inevitabilmente in un deterioramento della qualità d’immagine, dovuta all’eccessiva densità di pixel sul sensore.

Autofocus

Contrariamente agli aspetti visti finora, l’efficienza dell’autofocus varia anche parecchio da reflex a reflex, anche tra modelli che rientrano nella stessa fascia di prezzo.

L’affidabilità della messa a fuoco automatica è determinata da diversi fattori, alcuni dei quali indipendenti dalla fotocamera (l’obiettivo, per esempio). In ogni caso, potete farvi un’idea di cosa aspettarvi controllando il numero di punti AF dei quali dispone la macchina.

Le fotocamere reflex più economiche in assoluto oggi in produzione dispongono di soli 9-11 punti AF, ma già i modelli appena più evoluti mettono a disposizione anche 30-40 punti, garantendo un’affidabilità nettamente superiore nelle foto d’azione.

Se però sapete già che fotograferete soprattutto soggetti statici (come paesaggi, persone in posa, nature morte, etc…) questo parametro potrebbe rivelarsi per voi trascurabile.

Connettività

Anche se non strettamente legata alla fotografia, la connettività di una fotocamera è uno di quegli optional ai quali difficilmente, oggi, si riesce a rinunciare. Molte fotocamere reflex recenti possono essere direttamente associate ad uno smartphone, ad un tablet o ad un computer, in modo da trasferire immediatamente gli scatti registrati.

Oltre che al fine di condividere rapidamente le nostre foto sui social, questa funzione può essere utile per fare un backup delle foto quando non abbiamo la possibilità di collegare la macchina via usb (durante i viaggi, ad esempio).

Infine, è possibile comandare lo scatto a distanza utilizzando il telefonino come una sorta di telecomando e – a seconda dei modelli – anche visualizzare l’inquadratura direttamente dal display dello smartphone.

Display LCD

Da diversi anni, tutte le reflex introdotte sul mercato dispongono della funzionalità Live View: consentono cioè di visualizzare l’inquadratura in tempo reale sul display LCD (così come avviene su compatte e smartphone).

Anche se, passando ad una reflex, non vedrete l’ora di inquadrare attraverso il suo caratteristico mirino ottico, lo schermo LCD resta l’opzione più comoda in una lunga serie di situazioni. Da questo punto di vista, esistono differenze anche marcate fra un modello e l’altro di reflex, sia pure nello stesso segmento di mercato.

Per dare un’idea, sulle reflex entry-level oggi in commercio, potrete trovare sia display con diagonale da 2,7” e risoluzione da 230.000 punti che schermi con diagonale da 3,2” e risoluzione di 1.040.000 punti.

Oltre che per comporre l’inquadratura, avere un display ampio e nitido consente di valutare meglio la qualità di una foto appena dopo lo scatto, per stabilire ad esempio se è leggermente mossa o fuori fuoco.