Come eliminare la condensa in casa con gli infissi giusti

La condensa è un fenomeno fisico che si verifica più comunemente nei mesi invernali. Durante l’inverno, infatti, si riscalda la casa accendendo termosifoni, camini o stufe e, pian piano, la temperatura all’interno dell’abitazione aumenta di molti gradi rispetto all’ambiente esterno. Quest’escursione termica provoca condensa, ovvero il formarsi di goccioline visibili sui vetri delle finestre e, per quanto si possa pensare che sia un fenomeno irrilevante, la condensa crea molti problemi in casa. Si nota principalmente sui vetri poiché sono impermeabili e non permettono alle goccioline di posarsi all’interno ma, la condensa, impercettibilmente, si diffonde in tutta la casa e penetra, silenziosa, all’interno delle mura.

Quali danni può creare la Condensa?

Il deposito continuo della condensa sulle pareti porta al loro deterioramento. Inizialmente si nota che l’intonaco che si gonfia e spacca, nei casi più eclatanti possono staccarsi anche le piastrelle dal muro.
Anche i mobili, soprattutto se in legno, sono soggetti a danneggiamenti, difatti l’umidità li porta a gonfiarsi e rompersi, in particolar modo la parte esterna, mentre i pannelli posteriori possono inumidirsi favorendo il depositarsi della muffa. Ed è proprio quest’ultima ad apportare i danni maggiori all’abitazione: muri, porte, vestiti, tappeti, letti, qualsiasi superficie può essere infestata dalla muffa, un fungo molto aggressivo noto per la sua capacità di diffondersi molto velocemente.

L’impatto sull’Uomo

Muffa ed umidità sono molto pericolosi anche per la salute. La muffa presenta delle micotossine che si depositano all’interno dell’organismo e, soprattutto, nelle vie respiratorie. Con il tempo, essa può favorire l’avanzare di un’allergia respiratoria che si manifesta con: tosse, naso chiuso, congiuntivite e raffreddore; nei casi più seri può portare anche ad ammalarsi di rinite e asma. Anche il mal di testa, l’emicrania e cefalea possono essere i sintomi di una lunga esposizione alla muffa.

Il Ruolo degli Infissi

Se gli infissi non sono in grado di isolare efficacemente la casa dagli agenti atmosferici e dall’umidità, bisogna provvedere con la loro sostituzione, installando porte e finestre performanti dal punto di vista dell’isolamento termico.
Per proteggere la casa da umidità, infiltrazioni e muffa la scelta degli infissi giusti è di primaria importanza per eliminare la condensa in casa in modo definitivo.
Gli infissi ad alte prestazioni, isolando l’abitazione, riducono anche i consumi energetici poiché mantengono una temperatura costante (calda in inverno e fresca in estate) diminuendo le ore di utilizzo di caloriferi, stufe, condizionatori ecc…

Come scegliere gli Infissi giusti

Il materiale è la caratteristica fondamentale di cui bisogna tener conto per avere un buon infisso. Per eliminare la condensa in casa si possono installare diverse tipologie di finestre. Vediamole nel dettaglio.

  • Finestre in Legno: il legno è un materiale naturale ed è un ottimo isolante. Oltre ad essere funzionali, gli infissi in legno valorizzano anche l’abitazione e, abbinabile all’alluminio e impiegato in forma lamellare, risulta resistenze alle deformazioni. Al contrario di come si possa pensare, le finestre in legno non necessitano di grande manutenzione grazie ai miglioramenti fatti, negli ultimi anni, da vari costruttori. Un’innovazione da segnalare è quella dell’azienda Navello che ha inserito all’interno dei serramenti una canalina (warm edge ovvero “bordo caldo”) in acciaio inossidabile e polipropilene, capace di isolare efficacemente la casa. Per maggiori approfondimenti basta collegarsi alla pagina navello.it/accessori/ferramenta/.
  • Finestre in PVC (Polivinile di Cloruro): il PVC è un polimero termoplastico ed è naturalmente isolante, un materiale di prima scelta per gli infissi. Non necessita di manutenzione nel tempo ed è molto resistente.
  • Finestre in Alluminio: se dotate di taglio termico, garantiscono buone prestazioni isolanti. In termini di efficienza energetica non sono però paragonabili alla resa degli infissi in legno e in PVC.

L’importanza della Posa in Opera

La posa in opera degli infissi consiste nel montaggio della finestra, un fattore fondamentale in grado di incidere per il 70% sulle prestazioni energetiche ed isolanti. Dunque, si consiglia di affidarsi a professionisti seri e qualificati che siano d’aiuto, nella scelta di quale tipologia di infissi acquistare e che effettuino un’installazione impeccabile.

Piccole attenzioni

Per eliminare la condensa in casa, una volta montati i nuovi infissi, è necessario prestare attenzione ad alcuni accorgimenti:

  • Evitare di stendere il bucato in casa. In caso non fosse fattibile aumentate il ricambio di aria oppure ricorrere ad un deumidificatore che elimini l’umidità dalla casa.
  • Aprire spesso le finestre per favorire il riciclo di aria soprattutto mentre si cucina, dopo aver usato la doccia e dopo aver stirato. In queste situazioni il calore sprigionato e, in caso della doccia l’umidità, favorisce la formazione di condensa.
  • Limitare il numero di piante in casa perché condizionano il clima interno dell’abitazione.

Anche se possono sembrare attenzioni banali, per eliminare la condensa in casa è importante osservare questi consigli perché, come anticipato, le conseguenze dell’umidità possono essere gravi e non incidono solo sulla struttura interna dell’abitazione ma anche sulla salute delle persone che vi vivono.