A chi affidarsi per scegliere l’illuminazione adatta alle proprie esigenze

Illuminazione bagno, pro e contro

L’illuminazione, insieme all’arredamento, riveste un ruolo fondamentale nella progettazione di una casa, infatti se riusciamo a posizionare bene i punti luce saremo in grado di valorizzarla creando la giusta atmosfera in tutti gli ambienti, evidenziando inoltre ogni dettaglio che la compone in maniera positiva. La quantità di luce necessaria per illuminare un determinato spazio varia in base al tipo di ambiente che ci appartiene e dall’effetto che si desidera creare al suo interno.

Una tra le stanze più vissute dentro un’abitazione, ma anche quella più complessa da illuminare, è senza dubbio il bagno.

In primis prestate attenzione alla sua esposizione, perché un bagno con parete esterna avrà sicuramente una finestra, perciò l’illuminazione artificiale dovrà essere alquanto semplice e ridotta. Saranno sufficienti delle tende apposite, al fine di filtrare la luce naturale. Invece, se si tratta di un bagno senza apertura, l’illuminazione sarà a sua volta carente e bisognerà agire di conseguenza. Optate innanzitutto per i colori chiari, quelli scuri anche se vi piacciono, renderanno più cupa la vostra stanza, quindi cercate di evitarli. Per ottenere un effetto di maggiore luminosità, tenete a mente che non solo le pareti, ma anche i pavimenti devono essere chiari, così come i mobili, i divani e i tappeti, (sempre che li vogliate mettere quest’ultimi). Esistono in commercio molti tipi di illuminazione, ma quella che si dovrebbe prediligere per il bagno è indubbiamente una luce calda diffusa uniformemente. Appendete pure uno specchio che oltre a fungere da alleato per la cura del nostro corpo, se illuminato con delle applique orientabili sopra o ai lati di esso riuscirà a non generare ombre. Negli ambienti più piccoli farà aumentare la dimensione (otticamente parlando).

Materiali che favoriscono la luminosità in casa e altrove

Alcune cose favoriscono la luminosità sia in casa che in altri posti, come ad esempio in ufficio, e sono: l’arredo, il tendaggio, il pavimento, e la tintura. Per quanto riguarda il pavimento orientate la vostra attenzione su una pavimentazione lucida anziché opaca mi raccomando, dona un tocco di eleganza e regala molta luminosità. È anche più facile da pulire. Sulle pareti ampio spazio al bianco, in alternativa, se preferite tinte diverse andate comunque su nuance dalle tonalità chiare. Mettete degli specchi in posizioni strategiche, ad esempio sulla parete opposta alla finestra, sfrutterete così la sua luce riflessa. Belle sono anche le lampade a incasso che creano dei disegni di luce molto piacevoli, da posizionare nel controsoffitto o anche alle pareti stesse.

Figure professionali a cui affidarsi per ottenere degli ottimi consigli

Esistono delle figure professionali a cui potete affidarvi, come ad esempio l’architetto, il Progettista illuminotecnico e l’interior designer. Ognuno di loro è specializzato in qualcosa e vi saprà aiutare tantissimo a colmare alcune lacune rendendo la vostra casa più pratica e funzionale, oltre che bella. Un’illuminazione  ben messa gioverà al benessere di chi la vive.

Approfondimento: Cosa ha osato l’uomo con gli Specchi

Gli specchi cosiddetti “intelligenti”. sono specchi di acciaio di 40 metri posti sulla cima delle montagne dei due paesi che li hanno costruiti (tra cui uno in Italia che si chiama Viganella) e servono per catturare nel vero senso della parola, il sole da quando sorge a quando cala, evitando così di restare al buio tre mesi. Collegato ad essi c’è un pc che calibra azimut e zenith al secondo, riflettendo in un punto ben preciso della zona i raggi solari.