Scopri i magnifici Sentieri del Conero

Visitare il Monte Conero e la Riviera

Scopriamo insieme quali sentieri offre il Conero, come poterli attraversare e quali sono le stagioni preferibili per percorrere questa zona ricca di panorami mozzafiato e spiagge incantevoli. Sulla costa del mare Adriatico, in territorio appartenente all’Appennino umbro-marchigiano, si erge il Monte Conero, un rilievo alto 572 metri sul livello del mare. Per gli amanti delle passeggiate giornaliere nella natura, i Sentieri del Conero rappresentano una meta straordinaria per praticare hiking o trekking, da attraversare in bicicletta o addirittura a cavallo. Scopriamo quali percorsi offre l’area marchigiana del Conero.

Meta estiva straordinaria per i turisti

Lungo la Riviera del Conero incontriamo Porto Recanati. Una suggestiva cittadina balneare famosa per le sue magiche spiagge e per l’intrattenimento notturno. Chiunque si trovi nella regione Marche nel periodo estivo non può non sostare almeno una notte qui e godere dell’incantevole lungomare chiuso al traffico cittadino. Gli alloggi di questa piccola cittadina di pescatori sono l’ideale come soluzione abitativa per una vacanza indimenticabile. Per il periodo estivo è possibile scegliere tra gli appartamenti Porto Recanati in base alle proprie esigenze. Splendidi attici vista mare, villette a schiera sul lungomare, comode stanze in B&B locali e appartamenti a pochi metri dalla spiaggia. Non c’è che l’imbarazzo della scelta per chi desidera organizzare una vacanza al mare nella Riviera del Conero. Per gli amanti delle attraversate in montagna, quest’area offre numerosi percorsi sia brevi che più impegnativi. Vediamoli insieme nel dettaglio.

Percorsi brevi lungo i Sentieri del Conero

Attraversando a piedi l’area montana del Conero s’incontrano grotte, monasteri, conventi, aree ricche di vegetazione e si possono ammirare splendidi panorami. Percorrendo a piedi il sentiero n°1 che parte dall’ex Convento dei Camaldolesi si raggiunge in circa 20 minuti la Grotta del Mortarolo. Questo percorso è facilmente percorribile e non richiede particolare preparazione atletica. La Grotta naturale collocata a picco sul mare è avvolta in un alone di mistero che ancora oggi incuriosisce i visitatori. Si narra che all’interno della grotta siano presenti dei sassi disposti in modo da raffigurare un uomo sdraiato. Seppure si tenti di spostarli, questi ritornano nella loro posizione originale. Attraversando a piedi l’area boschiva dopo Pian dei Raggetti si raggiungono in circa 30 minuti di camminata le Incisioni Rupestri delle quali non si conoscono le origini. Considerate un reperto antico, oggi si presentano come piccole vasche dotate di canali rettilinei e decorate con segni non ancora decifrati. Alcuni studiosi ipotizzano possano essere state create per la raccolta dell’acqua piovana mentre altri affermano che si trattano di creazioni realizzate per studi astronomici. Il mistero del Monte Conero affascina numerosi viaggiatori, i quali spinti dalla curiosità percorrono i Sentieri del Conero e vengono travolti dalla bellezza paesaggistica del luogo.

Passeggiata lungo il Sentiero San Michele per raggiungere una delle più belle spiagge europee

Percorribile in mountain-bike, a piedi o a cavallo, il Sentiero San Michele offre un mix di sensazioni sconosciute ai residenti delle caotiche città metropolitane. La vegetazione locale è ricca di pini, leccio e roverella. Quest’area è popolata da numerosi uccelli, tra i quali la cinciallegra, il fringuello e il cormorano. Seguendo il sentiero si raggiunge un punto panoramico dove è possibile ammirare da una parte il Monte Conero e dall’altra la spiaggia di Sassi Neri. Location ideale per immortalare il momento con scatti mozzafiato. Il Sentiero San Michele offre ancora molto da ammirare. Continuando la camminata in direzione della spiaggia San Michele si raggiungono la Grotta Urbani e la spiaggia di ghiaia fine. Posto ideale per gli amanti delle calette, questa spiaggia si presenta con la forma di una mezzaluna racchiusa tra la Grotta e una parete rocciosa, protetta alle spalle da una fitta macchia mediterranea. Unica nel suo genere, la Spiaggia Urbani è un luogo incantevole dove fermarsi per un bagno rigenerante. I turisti che hanno visitato questi luoghi raccontano di avere percepito un’atmosfera quasi fiabesca. I Sirolesi, abitanti del luogo, sono orgogliosi di ricevere ogni anno il riconoscimento di Bandiera Blu rilasciato dalla FEE (Foundation for Environmental Education).

Interesse geologico in prossimità di Sirolo

Il Sentiero San Lorenzo nel Conero permette agli appassionati di geologia di vedere un’interessante formazione geologica conosciuta con il termine limite K/T. Gli studi affermano che la transizione tra tempo Cretacico dell’era Mesozoica e tempo geologico Terziario o Cenozoico è visibile attraverso lo studio della concentrazione di iridio e metalli rari normalmente in natura. Il limite K/T è visionabile nel Monte Conero e nel Monte San Vicino. Questa formazione geologica è visibile all’interno della seconda cava presente lungo il sentiero. Attraversare il percorso nelle ore notturne non è consigliabile, nonostante i più avventurosi sognano d’incontrare l’assiolo, un piccolo gufo conosciuto dai più piccoli, poiché presente nella saga di Harry Potter nelle vesti del gufo di Ron Weasley, l’amico di Harry.